Certificazione Unica 2018: scadenza e istruzioni Cu

//Certificazione Unica 2018: scadenza e istruzioni Cu

Certificazione Unica 2018: scadenza e istruzioni Cu

l modello della certificazione unica va trasmesso per via telematica all’Agenzia delle Entrate entro il 7 marzo 2018 mentre va consegnato al lavoratore entro la scadenza 31 marzo 2018, per effetto delle modiche approvate dal Governo con il decreto di novembre 2016.

Dal momento però che il 31 marzo cade di sabato,  domenica 1° aprile è Pasqua e che il 2 aprile è Pasquetta, la scadenza certificazione unica 2018 è il 3 aprile 2018.

Ogni anno, l’Agenzia delle Entrate entro il mese di gennaio, provvede a pubblicare sul suo sito istituzionale, la nuova certificazione unica.

Per cui per avere il nuovo modello Certificazione Unica 2018 Agenza delle Entrate, si deve attendere la pubblicazione del provvedimento definitivo.

Nel frattempo, di seguito i link per scaricare i modelli bozza Certificazione Unica 2018 Agenzia delle Entrate con le relative istruzioni, nonché le definizione delle modalità di certificazione dei redditi diversi di natura finanziaria

In particolare, il modello Certificazione Unica 2018 riguardano:

Al momento non è ancora disponibile il software di compilazione SOGEI (ufficiale).

Entro quando va consegnata la certificazione unica 2018?
Il nuovo modello Cu 2018, ovvero, Certificazione Unica va consegnata entro il 3 aprile 2018, o entro 12 giorni dalla richiesta del dipendente in caso di cessazione del rapporto di lavoro.

Consegna certificazione unica 2018 online:
il modello cu può essere inviato in formato elettronico solo quando il lavoratore che lo deve ricevere è in grado di poter scaricare la certificazione e di stamparla mentre non può essere utilizzato l’invio telematico in caso di consegna cu agli eredi.

Consegna Certificazione Unica 2018 cartacea:
è sempre facoltà del lavoratore richiedere la certificazione unica in formato cartaceo.

Per maggiori infomazioni sul rilascio Certificazione Unica 2018 Cud INPS si veda la circolare INPS n° 55 del 22 marzo 2016.

Seguiranno, a breve, altri contributi con particolare attenzione al settore delle Istituzioni scolastiche.